Il comunicato ARCA

feb 22nd, 2014 | By | Category: News, Porte aperte

Pubblichiamo il comunicato stampa giunto in redazione da parte di Arca che tenta di mettere un po’ di chiarezza sui rumors che girano sul web da qualche giorno sulla paventata chiusura dello stabilimento di Pomezia.

 

 

 Arca: la verità 

 

Vi sono momenti, nella vita di un’organizzazione, che rappresentano passaggio, trasformazione. Trasformazione per adattarsi a uno scenario che cambia. 

 

Questo è il filo del nostro pensiero. 

 

Rinnovarsi mantenendo Identità della Marca e Valore dell’offerta, Eccellenza dei Concessionari, Posizionamento nella mente del Cliente. 

 

Questa è la missione che il gruppo Trigano affida a Arca. 

 

In un mercato domestico colato a picco per immatricolazioni, Arca ha una quota del 5% in gennaio 2014 rispetto al 3,7% di gennaio di un anno fa. È un dato. È la cifra del lavoro svolto quest’anno insieme ai nostri Concessionari Premium, superando con l’azione pigrizie e depressioni ambientali. 

 

Tale consapevolezza di mercato, però, si deve accompagnare alla continua e ragionata ricerca di assetti tecnologici in grado di generare un equilibrio economico complessivo. 

 

In questo quadro, la politica di sviluppo europeo di Trigano si materializza nell’acquisizione del polo SEA. Esso si affianca a preesistenti strutture del gruppo in un distretto che consente di perseguire economie di scala, il necessario equilibrio finanziario e processi coerenti alla missione di Arca. 

 

Il progetto di trasferimento della sede e della struttura produttiva da Pomezia a Poggibonsi, in Italia, ha questa logica. 

 

Non è un dettaglio, ma non è la “chiusura” di Arca. Non successe quando traslocammo, non successe quando un incendio mandò a fuoco la fabbrica. Non succederà ora. 

 

Questa è la consapevolezza che desideriamo trasferire. 

 

Insieme alle Concessionarie Arca faremo del nostro meglio per trovare soluzioni e massimo sarà il nostro impegno per salvaguardare il patrimonio più grande che abbiamo: la Marca e i Clienti. 

 

Mauro Guglielmini e il Team Arca 


Leave Comment