Camper e Bikers

mag 31st, 2013 | By | Category: In primo piano, News

Questo mese si è svolta a pochi chilometri dalla redazione de IlMioCamper un evento unico nel suo genere: la 24 Ore di Finale. Per chi non lo sapesse di tratta di una gara di Mountain Bike a squadre che ha inizio alle ore 13 di sabato e finisce alle 13 del giorno dopo. Si gira anche di notte su un circuito che in mezzo a boschi e strapiombi sul mare non ha eguali dandosi il cambio in squadre di al massimo 12 persone. Quest’anno ci sono stati 2000 iscritti solo perchè è stato imposto il numero chiuso ma in caso contrario credo che il numero sarebbe stato più del doppio. Vi lascio immaginare poi il contorno di pubblico che ha assiepato l’Altropiano di LeManie per i due giorni di manifestazione. E nel contorno non potevano mancare i camper. Tantissimi gli appassionati provenienti da tutta Europa che si sono spostati con camper o mezzi simili (vedere articolo sul camper di Dracula appena pubblicato). Vi parlo di questa manifestazione per due motivi.

Il primo è che dovevamo partecipare ma alla fine solo mio fratello è riuscito ad esserci e per la logistica si è portato il nostro Camper sulla zona di gara. Organizzato con garage per bici e doccetta per pulirla (generalmente utilizzata per pulire le vele dopo un uscita in Windsurf) non sapete quanti bikers si sono fermati a chiedere informazioni sui camper. Pensate che in media una Mountain Bike di un appassionato, senza andare tra i professionisti, costa trai 3000/4000 euro e nessuno si sognerebbe di lasciarla su un portabici normale. In un garage appena appena attrezzato è tutta un’altra storia.

Morale: per due giorni abbiamo fatto da consulenza a potenziali camperisti ma purtroppo non c’era neanche un operatore del settore che avesse avuto la buona idea di portare in esposizione un camper.

L’altra ragione di cui ne parlo è che la 24 Ore è un esempio di come si può creare un nuovo mercato. Ho avuto la fortuna di dare una mano all’organizzazione della prima edizione e di partecipare poi alle prime tre edizioni di questa manifestazione come concorrente. Ai tempi, parliamo del 1998, la nostra casa editrice pubblicava una fanzine per Biker (BikeNews giusto per non mancare di fantasia) e il nostro caporedattore Mauro Bertolotto, arriva in redazione con questa folle idea di fare una gara che dura tutto il giorno e la notte. Ricordo che di primo acchito mi era sembrata una pazzia. Ma l’entusiasmo di Mauro ci aveva contagiato e così dopo aver stampato il depliants ci eravamo trovati anche noi tra i primi partecipanti alla manifestazione. Poi ci siamo un po’ staccati dal mondo della mountain bike e nel frattempo altri hanno preso la parte organizzativa della manifestazione. Ma in 15 anni Finale Ligure è diventata una delle capitali del Mountain Bike e lo scorso anno ha ospitato i Mondiali di questa specialità. Se vi capita di passare da Finale Ligure e nel suo entroterra vedrete migliaia di appassionati che vengono da tutto il mondo e in qualsiasi stagione dell’anno e che danno da lavorare ad albergatori, ristoratori, negozi di bici, persone che guidano gli appassionati nei sentieri, editori che stampano guide, ecc…

E tutto questo è iniziato con un ragazzo che aveva il sogno di creare una manifestazione unica nel suo genere.

Peccato che Mauro non fosse un appassionato di Camper.

Ah,  un ultima cosa.. se qualcuno è interessato nel prossimo fine settimana si svolge la 24 ore Solo: cioè si parte alle 13 e si arriva alle 13 senza possibilità di cambio. 24 ore sempre in sella …

per maggiori info qui

 

Leave Comment